Cos’è
• è un’esperienza di dieci giorni trascorsi nel gioco e nell’ascolto della Parola di Dio.
• è un'esperienza di vita comunitaria formativa e di crescita che consente a bambini e ragazzi di trascorrere insieme alcuni giorni all'insegna della preghiera, della conoscenza di Gesù, della condivisione e del sano divertimento
• è un insostituibile momento di formazione e di crescita spirituale attraverso l'amicizia, lo spirito di gruppo, la condivisione, la fede, il servizio, la preghiera.
Si sta fuori casa per dieci giorni, si lasciano a casa la play, i video games, il computer, l’Ipod, il cellulare, con cui si è soliti trascorrere gran parte del tempo nell’isolamento, per vivere gomito a gomito con altri ragazzi.
Si impara a sopportare i difetti di ognuno, a trovare punti in comune nel caso di diversità di idee, ci si aiuta reciprocamente, rispettandosi a vicenda, mangiando e dormendo anche a fianco di chi si vorrebbe vedere di meno, abbattendo il muro divisorio dell’indifferenza e del pregiudizio.
Il vivere insieme per dieci giorni porta a condividere tutto, esperienze e emozioni .
Tutto questo costa fatica perché chiede di essere disposti a mettersi in gioco, ma aiuta a costruire relazioni autentiche.

La nostra parrocchia organizza campi scuola da diversi anni , tenendo conto delle diverse fasce di età,
- uno dedicato ai bambini dai 6 fino ai 14 anni
- uno dedicato ai ragazzi dai 15 ai 18 anni.-
- uno dedicato ai giovani universitari e lavoratori
Ciascun gruppo ha educatori che progettano l’intero periodo scandito in attività, camminate, giochi, meditazioni e preghiera.
- E’ presente in ogni gruppo un sacerdote
Si alternano giornate che prevedono momenti di preghiera, di lettura del vangelo e di relativa riflessione, ad altre che prevedono la escursione ai rifugi montani.
- In entrambi i casi sono previsti momenti di gioco e di svago,
Il campo scuola è pertanto non solo una vacanza, ma anche una tappa del
cammino di fede condiviso con il gruppo, un forte momento di crescita e di maturazione.

Campi scuola 2013
campo grandi

Si è svolto dal 11 al 21 luglio, nella consueta location di Pejo Terme, il campo scuola riservato ai ragazzi delle medie e superiori.
Il tema trattato quest’anno, sicuramente insolito per loro, era “La fede vista con gli occhi dell’artista. Caravaggio – fra luce di Cristo e l’ombra del male”. Sfruttando gli studi di Don Paolino, abbiamo infatti sviscerato un percorso sulla vita dei santi, figure centrali nell’Anno della Fede, tramite i quadri di Caravaggio.
Così, nelle cinque meditazioni tenute, abbiamo avuto modo di vedere “La fede che illumina” tramite la conversione di San Paolo, “La fede che nasce del dubbio” con San Tommaso che infila le sue dita nel costato di Cristo, “La fede che chiama” con la chiamata di Levi.
Centrale è stata la quarta meditazione, dedicata a Santa Maria Maddalena, “La fede che perdona”, grazie alla quale si è data l’opportunità ai ragazzi di fare l’esame di coscienza, e successivamente di confessarsi.
L’ultima meditazione invece, come mandato per il ritorno a Ravenna, è stata incentrata sulla Madonna dei Pellegrini.
Il tempo è stato sicuramente molto clemente, infatti ha piovuto solo un giorno (una rarità per Pejo), e così anche le escursioni non sono mancate.
Suggestiva di sicuro è stata quella ad oltre 3000 metri sul ghiacciaio, dove, in mezzo alle nuvole, e col freddo, è stata celebrata la Santa Messa.
Matteo Manca





Campi scuola 2012