Arrivate nella Parrocchia di San Rocco nel 1982, da trent'anni si prodigano con generosità e intelligenza al servizio della Chiesa che è in Ravenna.
In ascolto del "grido dei poveri":

  • hanno iniziato il servizio della mensa e del dormitorio
  • hanno collaborato col "Centro di aiuto alla vita" in una casa di Accoglienza per ragazze-madri
  • sono presenti tutti i giorni nell’Ufficio Parrocchiale, ove incontrano tante persone, ascoltano, consolano e danno consigli
  • fanno regolarmente visita ad anziani e ad ammalati portando loro il conforto di una parola amica densa di spiritualità e la forza dell’Eucaristia
  • accolgono e aiutano gli immigrati
  • preparano i genitori par il Battesimo dei figli
  • sono presenti nella Catechesi di bambini, giovani, e adulti e nell’animazione liturgica
  • collaborano strettamente con il Parroco, anche nei campi-scuola estivi
  • danno il loro contributo di creatività e di promozione in tutte le numerose iniziative della Comunità parrocchiale

  1. Suor Maria Rita
Madre superiora della Comunità religiosa e responsabile della Casa del Buon Samaritano

  1. Suor Giuliana
Animazione pastorale in parrocchia

  1. Suor Adelina
Ascolto e prima accoglienza

 

  • Storia

 Consacrate alla Sapienza, fondate da San Luigi M. da Montfort il 2 febbraio 1703 a Poitiers (Francia).
La beata Maria Luisa Trichet, prima figlia della Sapienza, ne è la cofondatrice.
In una prospettiva missionaria, Monfort le vuole consacrate alla Sapienza, il Verbo incarnato, prese dallo stesso amore per i poveri, per vivere la "follia del Vangelo".
Al seguito dei loro fondatori, sono chiamate nella Chiesa a "cercare e contemplare la Divina Sapienza" per vivere di essa.
Tutto in loro, mente, cuore, desideri, corpo, tempo  è incentrato su Gesù Sapienza.
Sono inviate in un mondo in cui esistono ingiustizie, fame, incredulità ... perché esprimano con la loro vita l'amore della Sapienza per l'umanità ferita e partecipino attivamente alla realizzazione del Regno, dedite alle attività apostoliche.
Donne normali che guardano a due modelli, Luigi Maria e Maria Luisa.
Se hanno potuto loro "bruciare per il Signore" lo potranno anche le loro "figlie".
Donne innamorate di Dio, che vivono in mezzo alla gente più sfortunata e più bisognosa.
 

  • I FONDATORI

I FondatoriMaria Luisa Trichet (in religione Maria Luisa di Gesù) è, con San Luigi Maria Grignion da Montfort, cofondatrice della Congregazione delle Suore Figlie della Sapienza.

Luigi Maria Grignion di Montfort è il cantore della Sapienza e della Madonna: raramente un autore spirituale ha scritto come Lui sul mistero di Maria.
Ha presentato la devozione alla Vergine entro l’icona maestosa di Gesù Sapienza.
Ha vissuto abbandonato alla Provvidenza.
Ha cantato ed adorato il mistero della Croce.
Maria-LuisaHa scrutato le bellezze della Sapienza.
Ha vissuto da grande asceta e penitente.
Ha amato con vera tenerezza i poveri.

Nata a Poitiers (Francia), il 6 maggio 1684, è battezzata lo stesso giorno. Quarta d’una famiglia di otto figli, riceve una solida educazione cristiana in famiglia e a scuola. A 17 anni, incontra per la prima volta Luigi Maria Grignion da Montfort cappellano dell’Ospedale di Poitiers.
Maria Luisa Trichet, con Luigi Maria, ha dato inizio all’Istituto a Poitiers, in un angolo di ospedale. Spontaneamente, Maria Luisa offre i suoi servizi all’Ospedale: consacra buona parte del suo tempo ai poveri e ai malati. Ma Luigi Maria le domanda di andare ad abitare lì.
A questa proposta Maria Luisa risponde con un sì totale. Ma all’ospedale non ci sono posti liberi come governante... allora si fa accogliere in qualità di "povera". Ha 19 anni.
Giovanissima, ha saputo essere di consolazione ai malati, di sostegno ai poveri, praticando le virtù della carità e della misericordia.
Intorno a Lei, sicure della sua fede e del suo coraggio, tante altre donne si sono raccolte per condividere lo stesso impegno.

È l’inizio di un’avventura che è la storia stessa della Congregazione delle Figlie della Sapienza:
 02